Come prepararsi al trasferimento?

Mi e’ stato chiesto più volte come mi sono preparato al trasferimento e la risposta e’…Non credo ci si riesca a preparare in effetti, si, sapevo che giorno sarei partito perché avevo comprato i biglietti ed una parte del mio cervello, quella euforica non riusciva a non pensare ad altro se non alla partenza, l’altra parte invece non voleva quel giorno arrivasse mai.

In effetti negli ultimi mesi in Siculia non riuscivo a pensare ad altro. Ho fatto le mie ricerche, come credo chiunque abbia voglia di trasferirsi all’estero fa. Internet era il mio miglior amico, leggevo e rileggevo ma non credo di aver mai trovato nulla di interessante. Direi e’ stato una vera e proprio avventura e se avete letto il resto della storia sicuramente sapete il perché.

Consigli che adesso darei agli Italiani che vogliono trasferirsi all’estero sono i seguenti;

  1. Preparatevi un bel Cv, trovate l’allegato qui sul sito. Scrivetelo bene, se magari avete problemi ad esprimervi in inglese chiedete a qualcuno di leggerlo e correggerlo.Scrivete solo i lavori più rilevanti e, magari ornate un po’ il tutto. Ciò non significa mentite sulle vostre esperienze lavorative passate.Se non avete avuto esperienze lavorative perché appena finito scuola, non e’ un problema, scrivete cosa avete studiato e in che modo questo percorso di studi vi ha arricchito.
  2. Se volete essere un passo avanti cercate case prima di arrivare qui a Londra. Ci sono siti come spareroom o gruppi su facebook e.g. italiani @ londra dove vengono postati diversi annunci di case in affitto. Se trovate una stanza che vi piace e rientra nel budget contattate chi la sponsorizza e mettetevi d’accordo su una data che vada bene ad entrambi per poterla visionare. Non mandate mai e ribadisco mai deposito o qualunque altra forma di pagamento tramite paypal o qualunque altro metodo di pagamento usiate. Vedete prima la stanza o le stanze e poi soltanto poi pagate il deposito. Non vi fidate di chi vi dice “manda il deposito e riservo la stanza per quando sarai a Londra”. Parlo per esperienza personale…
  3. Dimenticavo quasi, abbiate un budget minimo che vi consenta di pagare il deposito ed almeno il primo/primi due mesi di affitto. Trovare lavoro qui a Londra non e’ complicatissimo ma e’ bene darsi almeno un mese di tempo, poi dipende dal tipo di lavoro che cercate.
  4. Ci sono molti lavori che si riescono a trovare facilmente, lavoro in un pub o ristorante o coffee shops. Questi non richiedo un livello d’inglese alto e il modo più semplice per assicurarsi il lavoro e fare il porta a porta con il vostro Cv.
  5. Dal 1 ottobre 2015 la paga minima sara’: Lavoratori dai 21 anni in su £6.70 per ora, dai 18 ai 20 anni £5.30 per ora, dai 16 ai 17 anni £3.87 per ora.
  6. Poi… Volete portarvi i vostri amici a 4 zampe? Li diventa un po’ più complicato e nonostante io abbia portato il mio cagnolino qui a Londra sono dovuto prima andare  a Malta e poi da li a Londra. Non e’ consentito portare animali in aereo dall’Italia. Stupido non credete?! Ci sono pero’ altre vie, per esempio se decidete di venire in macchina dalla Francia potete benissimo attraversare lo stretto e l’amico a 4 zampe può tranquillamente entrare nel Regno Unito. Ricordatevi pero’ che il “pet” dovrà essere accompagnato da passaporto, dovrà avere il microchip e le varie vaccinazioni, tra queste quella contro la rabbia. Consultate il sito della DEFRA che spiega esattamente con quali intervalli vanno fatti i vaccini e cosa fare per non avere il “pet” messo in quarantena alla dogana. Se vi servono maggiori informazioni lasciate dei commenti e vi  risponderò.
  7. Appena arrivati a Londra, come già spiegato nella sezione National Insurance Number, ricordatevi che questa tessera vi servirà per le tasse che pagherete non appena trovate lavoro. Quindi non appena vede un indirizzo qui a Londra chiamate il JobCentre, trovate il numero nella sezione apposita su questo sito e, prenotate un appuntamento.
  8. “Money”… Quando mi sono trasferito ricordo avevo la postepay, non so se la fanno ancora, comunque avevo qualcosa li e successivamente ho aperto un conto inglese con la Lloyds, credo sia la banca che più facilmente apre conti senza richiedere mille documenti. Io portai solo la “proof of address” può essere il contratto di casa o una bolletta, inglese, con il vostro nome sopra e, un documento di riconoscimento. La maggior parte dei conti qui sono free,quelli basic, quindi non ci sono spese mensili da pagare.

Credo di aver toccato i punti principali ma non esitate a lasciare un commento o chiedere informazioni se pensate abbia tralasciato qualcosa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...